Dilemma: Android o IOS?


Beh a tutti noi è capitato, nell’acquisto di un nuovo smartphone la domanda “Compro un Iphone o uno smartphone Android” , c’è da dire che questa tipo di domanda “prendo questo o quello, quale dei due è migliore”la poniamo non solo per quanto riguarda l’acquisto di un nuovo cellulare, ma anche nella vita di tutti i giorni, ad esempio nell’acquisto di una nuova auto, di un nuovo pc, di qualsiasi altra cosa.

Sappiamo anche che, l’evoluzione dei device non rallenta, anzi sarà sempre più veloce, e più veloce saranno le dinamiche del mercato per gli acquisti.

Quindi cosa valutare inizialmente?

Nel panorama dei sistemi operativi mobile, attualmente sono due: Android e IOS (nel lontano 2008 circa un altro sistema operativo era presente quello “Symbian” che montava sul primo Samsung HD).

Vi posso garantire che non esiste una scelta tra i due, ma questa ricade sulle proprie esigenze. Lasciate stare i fanboy di una o dell’altra casa, sono proprio quelli che non hanno informazione del prodotto che vanno ad acquistare, sostanzialmente tirano l’acqua al proprio mulino

Facciamo un punto della situazione, c’è una differenza tra SISTEMI CHIUSI E SISTEMI APERTI:

  • l’IPHONE monta un sistema chiuso che porta all’utente di servirsi solo da apple
  • ANDROID invece è “open-source” che è molto più aperto verso le applicazioni di terzi.

Per quanto riguarda la SICUREZZA:

  • IPHONE è un sistema maggiormente ottimizzato rispetto ad andorid
  • ANDROID è meno rigido,infatti Google ci segnala che sono presenti 0,16% di Malware all’interno di ogni applicazione

Le PERIFERICHE invece incidono quasi per nulla, sostanzialmente:

  • IPHONE utilizza le porte Lightining
  • ANDROID due tipi di porte, quella tradizionale trapezoidale e quella piatta Type-C

Quindi nessun commento a riguardo.

Andiamo invece a dare una occhiata sulle FUNZIONI e diciamo cosa ha Iphone rispetto ad Android e cosa non:

CASO ANDROID e IOS

1.Assistente vocale

Nel confronto tra Google Assistant e Siri non ci sono dubbi: Google vince alla grande, vi chiederete perche? Semplice, Google Assistant è un’interfaccia vocale eccellente per la ricerca in Google. Se si utilizzano applicazioni come “Calendar e Maps”, Assistant può rendere la vita più semplice

Siri è entrata dopo, offre funzioni di base… va bene per rispondere alle domande, ma non è un vero assistente.

2. Aggiornamenti

Apple batte android, perchè apple rilascia un aggiornamento per tutti i telefoni e non per il singolo.

C’è da dire che questa pecca è presente SOLO nei device android di fascia medio-bassa, la situazione è diversa per quelli di gamma Alta.

D’altra parte gli aggiornamenti di iOS possono essere scadenti. Ricordo tempo fa con un aggiornamento ci siano stati più bug a livello software, un continum di fix rilasciati dalla casa produttrice.

3.Sicurezza

Il problema di Android non è la sicurezza in se, ma il problema sta in Google che accetta molte app che possono risultare dannose, quindi non le limita come fa Apple.

Il modo migliore di scaricare nel modo più sicuro da Android, è utilizzare le App del Play store e non da fonti terze (come gli apk che si trovano online)

Tuttavia gli iphone sono di gran lunga più sicuri

4.Durata della batteria

Nella mia esperienza, i telefoni Android non hanno bisogno di essere ricaricati così spesso come gli iPhone. La durata della carica può variare, e qui il giudizio rimane in sospeso, prece è strettamente legato al modello del telefono e al modo in cui viene utilizzato.

9.Fotocamera

Questa varia dal dispositivo che si utilizza, vale sia per Iphone che Android, nella mia esperienza di utilizzo della Xiaomi, alcuni modelli sono notevolmente bassi mentre altri di fascia alta sono migliori di gran lunga di alcuni modelli iOS come iPhone 7 Plus e 8, basti guardare la fotocamera del Mate 20 pro e confrontarla con gli ultimi modelli iOS, la differenza si vede

10.Software

Un tempo si poteva sostenere che c’erano applicazioni migliori su un app store rispetto all’altro. Oggi, con 2,8 milioni di app disponibili su Google Play e 2,2 milioni di app sullo store di Apple, entrambi i sistemi operativi offrono all’utente un’ampia scelta di applicazioni e servizi.

11.Design. finiture e prezzo

Anche questo passo varia dai modelli, ci sono alcuni dell’iphone che sono orribili, troppo grandi o troppo spessi, ma lo stesso vale per gli Androir. Dipende sempre dalle esigenze

Ciò che è una pecca per iPhone è la protezione schermo, montano una scocca molto dura e questo è un bene, ma uno schermo troppo sensibile , non AMOLED il chè è un male! Anche alla più lieve caduta si inocorre alla rottura totale o parziale. E voi, possessori di iPhone, sapete il costo altissimo per sostituire uno schermo, tutti quei soldi non li neanche vale visto la sensibilità.

Sotto questo aspetto meglio Android.

Apple può garantire la qualità e le finiture degli iPhone, ma questo vale anche per i grandi produttori di telefoni Android. Va sottolineato anche il fatto che Apple produce solo telefoni di fascia alta.Anche se in questo periodo è interessata a produrre anche iPhone “economici”.

Poi arriviamo al prezzo…Dente dolente della questione:

Per contro, alcuni telefoni Android sono semplicemente brutti. E’ possibile acquistare smartphone Android, con prestazioni accettabili, anche con 100 euro. Sono belli? Dal punto di vista estetico no, ma possono soddisfare le esigenze dell’utente con una spesa irrisoria rispetto al prezzo di un iPhone.

 

Vorrei aggiungere un’altra questione, ovvero le 6 FUNZIONI DI ANDROID CHE IOS NON HA:

  • GESTIONE MULTIUTENTE DELLO SMARTPHONE

Nel caso in cui il tablet o lo smartphone vengano utilizzati da più persone, su Android è possibile creare profili diversi, ognuno con l’accesso a solo particolari funzioni del dispositivo. Se ad esempio abbiamo dei bambini piccoli, è possibile creare un account dedicato esclusivamente alle loro applicazioni, in modo che non possano accedere alla cartella delle immagini o al Google Play Store. La possibilità di creare più profili utente sullo stesso dispositivo non è ancora presente su iOS, nonostante l’iPad abbia bisogno di una funzionalità del genere, soprattutto dopo le novità introdotte dall’ultimo aggiornamento del sistema operativo.

  •  IMPOSTARE LA FUNZIONE NON DISTURBARE

Lo smartphone può essere stressante, soprattutto se riceviamo una chiamata o un messaggio su WhatsApp durante le ore notturne. Dopo una giornata di lavoro essere disturbati da una notifica che ci invita a tornare a giocare a un’applicazione può essere veramente frustrante. Fortunatamente su Android è possibile impostare la funzione “Non Disturbare“, che permette di bloccare la ricezione delle chiamate (escludendo alcuni numeri, come ad esempio quello dei propri figli o del proprio partner).

Il sistema operativo del robottino verde permette di impostare tutti gli orari della settimana in cui la funzione deve attivarsi. Ad esempio dal lunedì al venerdì dalle 23 alle 6 e il sabato e la domenica dalle 22 alle 9.

Su iOS 11 la funzione “Non Disturbare” è disponibile, ma non permette di impostare un calendario settimanale. Può essere attivata al momento e tolta quando non è più necessaria.

 

  • CHIUDERE TUTTE LE APPLICAZIONI CON UN SOLO TOCCO

Il multitasking ci ha migliorato davvero la vita quotidiana, permettere di aprire più applicazioni contemporaneamente nella scorsa epoca era davvero qualcosa di impossibile avere.

La funzione Multitasking è presente sia su iOS e sia su Android, quindi facile è il passaggio di passare da una applicazione all’altra, dove sta la pecca?

Android offre una funzionalità in più che non è presene su iOS: la possibilità di chiudere tutte le applicazioni premendo un semplice tasto sullo schermo e ottimizzare al meglio la ram.

Può sembrare una funzionalità inutile, ma non lo è, sopratutto nel caso in cui abbiamo aperto una decine di schede. Su iOS 11 e 12 per portare a termine la stessa operazione è necessario killare una applicazione alla volta, questo risulta molto dispensivo.

  • SALVARE LE IMMAGINI NEL  CLOUD

Le foto e i video che scattiamo quotidianamente con lo smartphone sono il motivo principale per cui la memoria si riempie e il telefono comincia a rallentare. Sia Apple sia Google hanno cercato di aiutare gli utenti permettendo di salvare le immagini sullo spazio cloud offerto dalle due aziende. Da un lato è possibile salvare le immagini su iCloud, dall’altro su Google Foto.

In questo modo la memoria interna dello smartphone non si riempie e il device continua a essere performante. Purtroppo lo spazio messo a disposizione gratuitamente da Apple non sempre è sufficiente per salvare tutte le immagini che una persona scatta e ben presto ci si ritrova la memoria dello smartphone occupata.

Su Google Foto lo spazio è praticamente illimitato e salvare le proprie immagini sulla nuvola permette di avere un telefono con prestazioni sempre elevate.

 

 

  • SCORCIATOIE NELLA TASTIERA

Con iOS 11 e 12 nella tastiera sono state aggiunte le scorciatoie che permettono di accedere ai caratteri speciali più velocemente, sopratutto negli Ipad. Questa funzione non è stata implementata su iPhone proprio a causa di mancanza di spazio.

Su Android, d’altro canto questa funzionalità è presente già da diversi anni, grazie alla Google Keyboard che non fa distinzione tra smartphone e tablet

 

Previous Xiaomi Amazfit Bip
Next Best Ram Gaming 2018

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici + tredici =