La nuova era di Apple – Iphone X


Prima di addentrarci nella miriade di smartphone di casa Apple, e fare un excursus del nuovo Iphone X diamo una breve occhiata a questi 10 anni di Iphone con questo breve video:

 

Bene, partiamo con il dire che il nuovo modello X è stato reso migliore grazie agli “errori” fatti in precedenza, come si suol dire SBAGLIANDO SI IMPARA, infatti  iPhone X non esisterebbe senza i passaggi che Apple ha seguito nello sviluppo di nuovi chipset, un processo di integrazione verticale capace di distinguere davvero i suoi prodotti dalla concorrenza. Questa attenzione ai chip sarà fondamentale in futuro per l’evoluzione del Machine Learning e dell’Intelligenza Artificiale, due tecnologie che sono state citate più volte durante la presentazione di questa settimana.

Ma cosa più esorbitante è stata la presentazione del nuovo campus Apple, Apple Park, situato a Cupertino, presentato da Tim Cook e dedicato a Steve Jobs.

Tornando a noi, in questo nuovo modello ci sono davvero molte cose affascinanti, il  nuovo Super Retina Display è bellissimo e piace subito, fin dal primo utilizzo, mentre nel caso del Face ID, cosa che adoro più di tutte, che permette di sbloccare il telefono tramite il riconoscimento del volto. In puro stile Apple, non si tratta di una funzionalità fine a sé stessa, ma di una caratteristiche che si offre a più applicazioni. E così Face ID può sì sbloccare il telefono, ma può anche fermare una sveglia se “vede” che stiamo osservando lo schermo.

Il riconoscimento del volto rende possibili le nuove “Animoji”, che portano la messaggistica ad un livello ancora più alto di interazione.

Il mercato ha espresso preoccupazione sulla data di lancio del 3 novembre,in quanto il  lancio di iPhone 8 e 8 Plus è notevolmente in ritardo .

Non mi preoccupa neppure la possibilità che gli utenti preferiscano comprare un iPhone 8 anziché attendere il modello X: entrambe le opzioni vanno a favore di Apple, anche se sono dubbioso per via del prezzo, forse con una mutua si riesce ad avere il super modello X.

Qualcuno ha espresso preoccupazione per la creazione di un nuovo prodotto speciale che si distingue troppo dagli altri iPhone “normali”. Tuttavia Apple ha fatto lo stesso con gli iPad e i Mac.  In particolare nel caso degli iPhone, Apple ha capito che non tutti gli utenti vogliono più tecnologia. In particolare, nel caso di alcune tecnologie, non tutti gli utenti sono pronti per accettare le novità.

IPhone X avrà cornici ridotte all’osso, come abbiamo già detto, Cupertino si adegua alla moda del design borderless che sta facendo le fortune di Galaxy S8 e altri device di fascia alta. Display da 5.8 polliciaspect ratio 18:9, sotto il cofano il nuovo SoC A11 con processo produttivo a 10 nanometri, 3 GB di RAM.

Per quanto riguarda il comparto foto, abbiamo una dual camera che dovrebbe somigliare molto a quella già vista su iPhone 7 Plus, due sensori da 12 mpx, 8 mpx per la fotocamera frontale. La ricarica wireless ci sarà, anche su questo non dovrebbe esserci alcun dubbio.

Ma Apple dovrà rendere conto anche delle recenti accuse di sfruttamento nelle fabbriche cinesi che producono i suoi prodotti, un recente reportage dell’inglese BBC ha mostrato gravi violazioni ai diritti e alla salute degli operai, molti lavoratori sono infatti costretti a turni di 16 ore, addirittura il personale assunto verrebbe privato del proprio documento d’identità come una sorta di ricatto per rendere più fedeli gli operai.

Foxconn

Da parte sua Apple ha commentato d’essere sempre in prima linea sulla sicurezza dei lavoratori, più di qualunque altra compagnia, Tim Cook a riguardo si sarebbe detto profondamente offeso da queste accuse, affermando che niente può definirsi più lontano dalla verità.

La verità come spesso avviene,  potrebbe stare nel mezzo, con Apple che tenta in tutti i modi di rendere la vita degli operai meno “difficile” possibile,  scontrandosi con i capi delle varie aziende che puntano a monetizzare il più possibile a spese degli operai.

C’è un problema!!!!

Per ottenere i benefici della ricarica rapida sui nuovi smartphone non basta sfruttare le nuove abilità di caricamento wireless, né collegarli al normale caricatore in dotazione: occorrerà acquistare separatamente un caricatore USB-C e il relativo cavo che dall’uscita USB-C porta alla presa Lightning dei telefoni.

L’alimentatore in questione è quello prodotto da Apple e già in uso per l’alimentazione dei Macbook: il suo prezzo è di 59 euro, ai quali occorrerà abbinare anche l’acquisto del cavo da 29 euro. Chiunque avesse già un Macbook in giro per casa, insomma, potrà approfittare della combinazione per avere un iPhone sempre carico in tempi brevi. Per tutti gli altri, il costo della funzionalità andrà eventualmente ad aggiungersi agli svariati euro necessari a portarsi a casa il telefono. Ma ribadisco chi è pronto a spendere 1400 Euro non si farà problemi ad aggiungere altri 88 euro. (Ecco le pecce di Apple, minimizzano ciò che non dovrebbero).

 

 

Se l’articolo ti è piaciuto , seguici sulla Pagina Facebook e iscriviti al nostro sito

<<In arrivo Apple Watch Series 3>>

 

 

Previous Rom Mi5X e Xiaomi A1 sono gemelli diversi - By Xiaomi Today
Next iOS 11 - Cose da sapere sul nuovo aggiornamento

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − undici =