Come evitare un abuso del tuo account E-mail


Qualsiasi tipo di comunicazione online indesiderata viene definito SPAM , il che è molto fastidioso. Come già sapete il modo migliore per evitare questo tipo di comunicazione è ignorare i messaggi, ma cosa accade quando lo spam proviene dal tuo stesso Account???

In questo articolo, come potete vedere dal titolo spiegheremo alcuni semplici passaggi per vedere cosa fare in caso di abuso!

Se ricevi spam da te stesso probabilmente il tuo account è stato violato, quindi ciò che devi fare immediatamente è cambiare password e inserire più sicurezza (codici a generazione, domande segrete ,ecc).

Come Risolvere il Problema?

  • Ti consigliamo di usare un antivirus sul tuo sistema operativo, perché è il modo più sicuro per mantenere il tuo computer protetto da qualsiasi rischio esterno. Non è necessario comprarlo premium, ne potete trovare molti gratuiti in rete, come ad esempio,PANDA,KASPERSKY, AVG.

 

  • Aggiorna periodicamente il sistema operativo.Fai sempre gli aggiornamenti di sicurezza che ti vengono richiesti dal computer in modo costante e senza rimandare.Gli aggiornamenti sono messi a disposizione dalle multinazionali proprio per evitare che eventuali bug di sistema potrebbero mettere a rischio il tuo PC.

 

  • Scegli una password sicura, se non sai come impostarla ti riportiamo qui alcune avvertenze :
  1. Più una password è complessa e più è difficile da indovinare: crea un miscuglio di lettere maiuscole e minuscole a numeri e simboli.
  2. Scegli una password che contenga almeno otto caratteri, più sono lunghe più sono sicure.
  3. Evita di usare il tuo stesso nome nella password per non renderla ovvia.
  4. Non usare parole/numeri ovvi, come 12345 oppure qwerty.
  5. La password che utilizzi deve essere diversa da tutte le altre che utilizzi.
  6. Cambia la password periodicamente, è consigliabile una volta all’anno.

Verificare:

  •  Controlla che i dati inseriti siano stati creati da te , per questo ti consigliamo di creare sempre dei promemoria (un documento, una nota sulla tua agenda, un post it ecc.) ad ogni modifica o dato che inserisci, così da rendere più sicuro e veloce un confronto futuro.

 

  • Verifica che nella posta in arrivo non siano presenti messaggi che comunicano il mancato recapito di una mail che non hai mai inviato. Se hai appurato di aver ricevuto una mail del genere vuol dire che il tuo account è stato violato, perché qualcuno è riuscito ad inviare un messaggio dal tuo account che non è arrivato a destinazione.

  • Verifica che nella posta inviata non ci siano e-mail che non hai mandato tu.

Se tutto ciò è normale , sei al sicuro!

 

Ma come capisco che il mio account è stato violato?

Un motivo ovvio è che tu abbia rivelato ad altre persone le tue credenziali di accesso o che tu abbia risposto ad un messaggio di “phishing”, indicando le informazioni personali relative al tuo account , una breve chiarezza il PHISHING non è altro che una truffa informatica effettuata inviando un’e-mail con il logo contraffatto di un istituto di credito o di una società di commercio elettronico, in cui si invita il destinatario a fornire dati riservati (numero di carta di credito, password di accesso al servizio di home banking, ecc.)” 

Un altro motivo può essere il  cliccare su link strani , conseguenza delll’installazione di software dannosi (malware) sul tuo computer.Il termine “malware” è un software ideato per danneggiare un computer, questi riescono a rubare i dati sensibili dal tuo computer, determinando rallentamenti e, nel caso peggiore, provocando l’invio di false email. I tipi più comuni e diffusi di malware sono Virus, Worm, Spyware, Adware e Trojan horse.

 

Breve storia della parola SPAM:

La storia della nascita di questa parola è davvero unica. Deriva infatti dal nome di un noto prodotto alimentare della Hormel Food Corporation, un’azienda statunitense in attività da più di un secolo.  Fra le varie leccornie prodotte e commercializzate in tutto il mondo dalla Hormel, troviamo un’ampia varietà di carne in scatola a marchio SPAM®.

ma… qual’è il nesso fra la carne in scatola e delle email indesiderate?

In un famoso sketch comico del Monty Python’s Flying Circus, conosciutissimo gruppo comico inglese, la carne SPAM diventa sinonimo di prodotto riproposto in maniera così insistente da diventare fonte di fastidio e irritazione. La scenetta infatti è ambientata in una locanda dove qualsiasi pietanza elencata dalla cameriera risulta essere a base di Spam: uova&spam, uova-bacon-spam, spam-uova-spam, spam-salsicce-spam-spam, etc.

 

Previous Come evitare le doppie spunte blu di whatsapp
Next [GUIDA] Guida completa: ottimizzazione SSD su Windows (7/8/10)

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti + 10 =